Questo articolo, su chi celebra il matrimonio celtico, fa parte della serie sul matrimonio celtico, puoi trovare tutti gli altri post qui
Se invece vuoi scoprire come organizzare un matrimonio in una delle feste dell’anno celtico puoi andare qui


 

Come ti ho spiegato in QUESTO ARTICOLO, noi non sappiamo come e se un tempo i celti celebrassero il matrimonio in modo spirituale/religioso oltre che come contratto civile. Il matrimonio celtico oggi riprende tradizioni antiche ma ne introduce anche di nuove e rielabora le informazioni sui celti che sono arrivate fino a noi.

I druidi, i grandi conoscitori della natura

I celti vivevano in accordo con la natura e la loro società era fondata sulla “grande famiglia”, quello che oggi chiamiamo clan e che includeva non solo la famiglia in senso stretto, ma anche antenati e discendenti, comprendendo moltissime persone. Più clan formavano una tribù, a capo della quale vi era un re.

La società si divideva in tre funzioni: quella sacrale giuridica, quella guerriera e quella produttiva.

I druidi (sia uomini che donne, i celti non facevano distinzione) svolgevano la prima funzione, quella sacerdotale, ma non erano solo questo. Essi erano i guardiani del “sacro ordine naturale”, oltre che filosofi, scienziati, astronomi, maestri, giudici e consiglieri del re.

La parola “druidi” sembra che derivi dall’antico termine greco che significa quercia: i druidi erano dunque “i saggi della foresta”.

I druidi oggi

Di ciò che erano un tempo i druidi oggi nulla è rimasto, se non un’eco di ciò che era, un flebile fischiare tra le foglie di ciò che in passato era la grandezza dei sacerdoti del bosco. 

Ho chiesto ad Andrea Cogerino, il druido con il quale collaboro per i matrimoni celtici, di spiegarci cosa significhi essere druidi oggi:

Essere druidi oggi, per come vedo io le cose, significa principalmente avere un approccio alla vita che definisco una “ecologia spirituale”. In altre parole, amare la Natura, tutte le manifestazioni della Dea Brighid, la dea Madre. Ogni forma di vita della Madre Terra va onorata, compresa e amata. Protetta. Preservata.

È un’ecologia spirituale perché non esiste nulla di materiale, inerme. Tutto è vivo. Ogni forma della Natura ha vita: dalle piante agli animali, alle rocce (famosi sono i siti eretti dai druidi e druidesse dell’antichità: cromleck, dolmen, menhir…); ma altre forme di vita che esistono, e vanno onorate e contattate, secondo la visione della Tradizione celto-ligure a cui ci riferiamo, sono le creature del cosiddetto Piccolo popolo, i fairies della tradizione anglosassone (elfi, fate, gnomi…). Insomma, spiriti di Natura.

In questo credevano, anche, gli antichi. Amavano la Dea Madre in tutte le sue forme. Anche quelle immateriali, “invisibili”.

Vuoi scoprire di più sul matrimonio celtico e sulla cerimonia celtica? Scopri i due articoli cliccando sulle foto sotto


.


L’articolo sui druidi, sacerdoti dei celti è finito

Ma ho scritto tantissimo sul matrimonio celtico. Se vuoi scoprire di più, CORRI QUI e troverai tantissimi altri articoli, oppure scorri sotto per vedere le foto dei miei matrimoni celtici!

matrimonio celtico ad imperia

Sai cos'è la cerimonia simbolica?Voglio scoprirlo