Matrimonio spirituale al Convento dell'Annunciata

Quando conosci perfettamente la meta che vuoi raggiungere, il tragitto è già tracciato

Lara ed Enrico mi hanno contattata con la voglia di creare un matrimonio progettato nei minimi dettagli che rispecchiasse senza riserve i loro desideri, vicino al Lago di Garda.
Sin dalla prima chiamata, e poi al primo incontro di persona, ho capito che il loro matrimonio sarebbe stato ad un altro livello.

Due grandi imprenditori della ristorazione che non hanno mai lesinato l’impegno e la fatica per costruire la loro vita, richiedevano da me la stessa serietà e professionalità: costruire un matrimonio che unisse spiritualità e bellezza. Eleganza e raffinatezza senza spreco e rispettando il più possibile l’ambiente!

Immersi nel verde di un antico convento italiano risalente al 1455, Lara ed Enrico si sono sposati nel bosco. Alti alberi frondosi li hanno circondati durante la cerimonia e li hanno accompagnati in ogni istante della loro giornata.
Catering stellato e location da favola. Ho avuto l’onore di collaborare con alcuni dei migliori professionisti del settore e il risultato è stato strabiliante.

Lara è un vulcano di idee. Ogni richiesta da parte sua diventava un’opportunità di collaborazione. Ho scavato nel mio network di professionisti e ho creato nuovi legami. Lara esigeva la perfezione e, a vedere le reazioni e i feedback degli sposi e degli ospiti, l’abbiamo ottenuta.

Il Convento dell’Annunciata, con i suoi luoghi privati in natura, la sua architettura elegante e la disponibilità dei suoi proprietari è stata la location perfetta per le aspettative che avevamo.

Proprio al cospetto del loro magico lago, Lara ed Enrico hanno vissuto la loro cerimonia di unione celtica con un celebrante loro amico e il testo e gli elementi del rito realizzati da me.

Gli ospiti, meravigliati e curiosi, sono rimasti incantati dalla cerimonia. Ci sono stati momenti toccanti, grazie agli interventi delle persone care e allo scambio di parole tra gli sposi e momenti sacri con il fiato sospeso. Lara ed Enrico anche in questo caso avevano ben in mente i valori e le persone da includere nel rito. Abbiamo costruito momenti e testi passo passo, realizzato gli elementi sacri: i legnetti dell’ogham, la pietra del giuramento, le corde dell’handfasting.

Ciò che continua a donarmi gioia, ogni volta che realizzo una cerimonia così lontana dai canoni standard ai quali gli italiani sono abituati in chiesa o nelle cerimonie comunali, sono la partecipazione e i complimenti che mi fanno gli anziani. Piangono di gioia e mi dicono di non aver mai partecipato ad un matrimonio così emozionante. Spesso ci preoccupiamo del giudizio dei nostri familiari, ma alla fine quello che emerge è il profondo amore che hanno nei nostri confronti e se vedono che ci sposiamo seguendo il nostro cuore, sono commossi e sono felici di vivere un’esperienza irripetibile.

Asciugando le lacrime, tra sorrisi ed abbracci, mentre gli sposi si godevano le piene attenzioni di Gianluca, fotografo storyteller, gli ospiti si sono avvicinati all’area rinfresco e al tavolo per la cena in un viale boscoso. Se mi seguite su Instagram, avrete già visto le immagini fatate delle luminarie pendenti dagli alti fusti e il tavolo imperiale decorato.

Dopo la cena gli invitati hanno fatto giochi, scattato foto, e danzato al ritmo della console del mio dj del cuore.

Alla fine della giornata, con qualche stuzzichino da mangiare e una bottiglietta d’acqua, mi sono seduta a cerchio con i miei collaboratori e collaboratrici, ci siamo guardate e abbiamo condiviso tutti i complimenti ricevuto da ospiti, sposi e fornitori.

Esausti siamo ripartiti alla volta di casa, soddisfatti, felici, e con la voglia di iniziare un nuovo progetto da favola come il matrimonio di Lara ed Enrico.

 

Lara, parlo a te perché siamo diventate amiche, grazie perché mi hai fatto capire che tutto si può realizzare con una forte determinazione, ma soprattutto con l’efficienza di un’organizzazione perfetta, con collaborazione e fiducia.

Desideri maggiori informazioni?

Compila il modulo e ti risponderò al più presto

    Accetto le condizioni sul trattamento dei dati personali

    Sai cos'è la cerimonia simbolica?Voglio scoprirlo