Cos’è il matrimonio simbolico pagano e neopagano

Se vuoi onorare la tua spiritualità e ti rispecchi in una certa filosofia di vita, cultura o religione pagana o neopagana pur non facendone parte, non utilizzerai il rito religioso, ma potresti scegliere di celebrare un matrimonio simbolico di ispirazione.

Significa che non fai parte di quella religione, non ne veneri gli déi per esempio, ma ti ritrovi negli insegnamenti che quella cultura ha lasciato e ti piacerebbe poterti sposare utilizzandone alcuni simboli.

Questo può essere ad esempio il caso del matrimonio celtico.
Il matrimonio religioso celtico segue un rito che invoca gli déi e che segue delle regole precise. Se non segui questa religione sposarti seguendo il rito celtico denota una mancanza di rispetto nei confronti di chi segue questa religione.
Se però, ad esempio, ti ritrovi nella filosofia di vita celta, se la tua spiritualità si rifà agli insegnamenti che i celti ci hanno lasciato, come l’amore per la natura ed essere parte di un insieme più grande con il compito di proteggere ciò che ci è stato donato, allora potresti decidere di usare alcuni simboli di questa cultura per il tuo matrimonio.

Matrimonio simbolico pagano
Matrimonio pagano nella natura
Matrimonio simbolico neopagano

Al contrario del matrimonio religioso di una delle religioni pagane o neopagane, non avrai un officiante religioso, ma uno laico, che guiderà la cerimonia presentando semplicemente la vostra spiritualità e i simboli che avete scelto per questa vostra unione.

Io mi occupo di matrimoni celebrati nella natura perché credo nel ritorno a un ritmo di vita più vicino allo scorrere delle stagioni e ai ritmi della Terra.
In particolare, amo i matrimoni simbolici pagani e neopagani proprio per il loro forte legame con la natura.
Non sono religiosa, ma ho una mia spiritualità e per questo motivo desidero che chiunque possa esprime la propria nel giorno del proprio matrimonio.

 

Cosa significano Paganesimo e Neopaganesimo?

Il paganesimo raggruppa le religioni delle popolazioni politeiste antiche. Le religioni pagane oggi cercano di riprodurne nel modo più esatto possibile le credenze e le tradizioni.

Il Neopaganesimo raggruppa invece un insieme di movimenti spirituali e tradizioni che si ispirano alle antiche religioni pagane dell’Europa e del Medio Oriente e le riadattano ai tempi moderni.

Ne fanno parte, ad esempio, Celtismo, ásatrú, Dodecateismo, Via romana agli dei e Wicca, solo per citare i più famosi.

Nelle antiche tradizioni il legame d’amore era suggellato in modo spirituale, davanti agli spiriti della natura ed alla comunità.

Alcuni riti simbolici di ispirazione pagana e neopagana

L’Handfasting. È un rito di origine irlandese e scozzese. Simboleggia l’unione delle anime degli sposi con la Terra nel giorno del proprio matrimonio. Durante il rito gli sposi si stringono le mani, che vengono legate con una corda, simbolo della loro unione eterna.

La preghiera di protezione. È un rito di tradizione inglese. Gli invitati si uniscono in un cerchio attorno agli sposi e recitano una preghiera di protezione in loro favore. Il cerchio, che simboleggia la comunità crea una zona di protezione intorno alla coppia.

La pietra del giuramento (The Oath Stone). Questo rito è di origine scozzese e consiste nel porre i voti nuziali in una pietra. Con la pietra del giuramento si ricerca la benedizione degli antenati e con la terra. Al termine della cerimonia, la pietra viene donata agli spiriti del luogo e lasciata andare in un corso d’acqua.

Il matrimonio vichingo. Si ispira alle tradizioni dei vichinghi, gli sposi possono suggellare i propri voti in vari modi: bevendo idromele dallo stesso corno o scambiandosi gli anelli appoggiati sulla punta di due spade ad esempio.

Lo scambio degli anelli nella tradizione celtica: il Claddagh Ring

Gli sposi si scambiano un dono durante la cerimonia. In genere si tratta delle fedi nuziali, che nella tradizione irlandese sono sostituite dal Claddagh Ring. Questo anello raffigura due mani che stringono un cuore, sormontano da una corona. Le mani simboleggiano l’amicizia, la corona la lealtà e il cuore l’amore. La leggenda racconta che questo anello sia nato in una baia di pescatori irlandesi e deve il suo nome alla parola claddagh, che in gaelico indica la sabbia rocciosa della Baia di Galway. Si narra che Dagda, il padre degli dèi, fosse così potente da far splendere il sole: è sua la mano destra raffigurata sull’anello; la mano sinistra appartiene invece alla dea Danu, la madre universale. La corona rappresenta Beathauile, che significa “la vita intera” e rappresenta il principio della vita. Il cuore rappresenta l’umanità.

Durante l’esodo del XIX secolo dovuto alle carestie, il Claddagh Ring seguì le famiglie di migranti che lasciarono il Connemara. Questo anello simboleggiava il legame con la propria terra e veniva passato dalla madre alla figlia primogenita.

Ci sono diversi modi di indossare il Claddagh e ognuna ha un significato differente:

  • Nella mano destra, con la punta del cuore verso la punta delle dita: in cerca di un legame sentimentale;
  • Nella mano destra, con la punta del cuore rivolta verso il polso: legame sentimentale;
  • Nella mano sinistra, con la punta del cuore verso la punta delle dita: fidanzamento;
  • Nella mano sinistra, con la punta del cuore verso il polso: matrimonio.

Desideri maggiori informazioni?

Compila il modulo e ti risponderò al più presto

Accetto le condizioni sul trattamento dei dati personali

Sai cos'è la cerimonia simbolica?Voglio scoprirlo